Joomla 3.2 Template by Justhost Complaints

Toscana - Pistoia - Osp. del Ceppo - Il TC di Alice Santini

É il 19 maggio 2010, epoca gestazionale 36+6.
Già da qualche settimana ho contrazioni preparatorie, niente di tremendo, le vivo bene, la bimba é stimata sui 3 kg, sono pervia al dito giá da una settimana.
É sera, sono le 20:00, ho contrazioni ogni 10 minuti circa, le accolgo bene dondolando sui fianchi ma sono incavolata nera. Ho discusso con mio marito, successivamente ex marito, é l anniversario di morte di mio padre e volevo andare a trovarlo...Parlo con Swami: "tesoro mio non puoi nascere oggi, non devi e non voglio, aspetta almeno che sia passata la mezzanotte!". Me lo ripeto più e più volte come un mantra e alla fine la piccola mi ascolta e tutto si ferma.

La giornata del 20 passa tranquilla, solo un fastidio agli occhi, ogni tanto appaiono puntini marroni e bianchi e mi fa male la testa, misuro la pressione più volte ed é sempre 140/95. Decido di chiamare in consultorio e la ginecologa, quella che mi ha sempre seguito, mi dice solo di rilassarmi...ci provo ma non é facile!

Arriva il 21 e mi alzo con la consapevolezza che sta per succedere, porto mio figlio all'asilo e avverto le maestre che se nasce la piccola lo prendo prima. Ritiro l'esito del tampone, é negativo, ne approfitto per fare un giro al mercato ma ho il fiato corto e un gran mal di pancia, vomito in mezzo al mercato. Me ne torno a piedi a casa, guardo l'ora e mi accorgo che i miei dolori alla pancia sono regolari ogni 8 minuti. Arrivo in casa e inizio a dondolare, mi rilasso cantando, é il mio secondo parto e decido di voler travagliare da sola, senza nessuno. Passa mezz'ora e le contrazioni sono ogni 5 minuti, della durata di 45 secondi. Chiamo il marito, gli dico di sbrigarsi che ci siamo, sento troppa pressione a livello vaginale. Riattacco ed ecco che arriva una contrazione infinita, dura un minuto e mezzo e prende tutta la pancia, come in un cerchio, mi piega, mi fa vomitare di nuovo, mi rialzo e corro sul letto ma la vista é appannata.
Appena arriva il marito voliamo verso l'ospedale: cerco di rilassarmi e capisco che qualcosa non va, non sento la piccola, le contrazioni ora sono ogni 3 minuti. Manca circa 1 km all'ospedale quando sento liquido caldo scendermi sulle gambe: "Matte muoviti mi si sono rotte le acque". "Aly c'é del sangue, stai tranquilla". Poi il buio...Riapro gli occhi dopo poco, ho la testa pesante, gli schiaffi in faccia le mani insanguinate...Mi caricano in barella, 23 battiti al minuto...Urlo solo: "Salvate la mia bambina, non fatela morire vi prego". 

Mi sveglio vuota, in una stanza fredda, legata, non sento piangere la piccola e penso al peggio. Arriva un'infermiera del nido e mi dice che Swami é viva, che la porteranno al Meyer ma di star tranquilla e riposare.

Ecco qui il mio tc d'urgenza per distacco massivo di placenta...Il dopo é stato un calvario in salita ma siamo vive: un tc necessario, ma che mi ha portato via il contatto con mia figlia, l'imprinting iniziale...un distacco in tutti i sensi...

Lottate per le vostre pance, lottate per la giusta nascita, informatevi e siate padrone di voi stesse!

Scusate la lunghezza, scusate la freddezza ma.....non sono riuscita a far di meglio.

Swami, 37+1, 3,080 kg x 47 cm, apgar non rilevabile alla nascita, salito a 7 dopo 3 h. 

 

Il VBAC riuscito di Alice è raccontato qui:

Toscana - Pistoia - Osp. San Jacopo - Il VBAC di Alice Santini

Tutte le informazioni contenute nel sito www.vbac.it non devono considerarsi come sostitutive del consulto medico.
Gli autori e gli amministratori del sito, pur impegnandosi ad aggiornare continuamente le informazioni contenute nel sito, non garantiscono né si assumono alcuna responsabilità circa la loro completezza e/o accuratezza; pertanto nessuna persona direttamente o indirettamente legata al sito (titolari, autori, copywriter, pubblicatori, moderatori e utenti del forum) potrà mai essere ritenuto responsabile, a nessun titolo, di eventuali danni e/o inconvenienti provocati dall'uso o dall'abuso delle informazioni in esso contenute. Il titolare del sito non controlla e non è responsabile delle informazioni contenute nei siti collegati e, pertanto, non potrà mai essere ritenuto responsabile di eventuali danni e/o inconvenienti provocati dall'uso o dall'abuso di tali informazioni.
Il titolare e gli amministratori del sito non controllano e non sono responsabili del contenuto delle informazioni e dei contributi inviati dagli utenti nelle sezioni aperte ed interattive (forum, area racconti), pertanto nessuno di loro potrà mai essere ritenuto responsabile di eventuali danni e/o inconvenienti derivanti dall'uso o abuso di tali informazioni e contributi.