Joomla 3.2 Template by Justhost Complaints

Emilia Romagna - Parma - Azienda Ospedaliero-Universitaria - Il VBAC di Isabella Cavalieri

Ormai è passato un po' di tempo dal mio meraviglioso parto naturale ed è giunto il momento di condividere con voi la mia esperienza per poter contraccambiare tutto il sapere e la forza che mi avete donato.
Ho un figlio di 4 anni, partorito nel 2010 presso l’Ospedale di Parma, con TC elettivo per presentazione podalica (eseguita moxa e agopuntura inutilmente, non conoscevo la possibilità di fare il rivolgimento!).

Il 31 ottobre 2013 ho partorito naturalmente all’Ospedale di Parma, assistita dall’ostetrica A.M., dalla dott.ssa V., Responsabile del Reparto Ostetricia e Ginecologia e da mio marito, Responsabile delle mie volontà (no episiotomia e no peridurale, no taglio cordone prima dell’espulsione della placenta e bagnetto/vestizione del bimbo fatta da noi).

La mattina del 30 ottobre ho perso il tappo mucoso e da quel momento mi sono rilassata perché ho capito che di lì a poco sarebbe arrivato il mio bambino!

Allora ho occupato il tempo: ho fatto 2 vaschette di tiramisú, sono andata dal parrucchiere e ho preparato la cullina, alla sera ho mangiato lasagne, hamburgher di cavallo, patatine e gelato, ho guardato la partita del Parma esultando vigorosamente ad ognuno dei 3 gol rifilati all’Inter.
Alle 23.30 ci corichiamo a letto e dopo 5 minuti sento una fitta fortissima al basso ventre, tipo crampo e poi un rumore sordo, stock! Si rompono le acque!
Inizia l'avventura...Sveglio il marito che si é addormentato a tempo di record, lui non capisce più nulla e prende il cesto delle macchinine del grande, per tentare di raccogliere il liquido. Sono completamente senza dolori, iper eccitata per quello che sta per accadere, felice che il bimbo si sia deciso e spaventata perché non sapevo cosa sarebbe successo di lì a poco.

Avviso mia mamma di venire a dormire da noi per tenere l'altro bimbo, a cui preparo i vestiti per l'asilo, mi faccio una bella doccia calda e mi vesto per andare in ospedale!

Mio marito è agitatissimo, mi scarica davanti alla Maternità e va a parcheggiare, per fare prima a raggiungermi scavalca la cancellata dell’Ospedale rischiando di essere portato in questura, di cadere etc...
Nel frattempo io sto benissimo e lo prendo in giro facendogli mille foto e video!

h. 02.30 in ospedale mi fanno il 1° monitoraggio, io dormo, il bimbo pure. Attività contrattile zero, dolori zero. Mi visitano e sono completamente chiusa.
h. 03.30 ci accompagnano in degenza. Saranno state le scale, non so, ma in camera iniziano le prime contrazioni, le sento bene e forti sul davanti, sulla cicatrice. Io ho anche sonno quindi mi metto sul letto, cercando di riposare tra una contrazione e l'altra, nel frattempo il marito dorme bello tranquillo accanto a me!
h. 4.30 sala parto per 2° monitoraggio. Attività contrattile da prodromi, visita interna 1 cm stretto stretto.
h. 6.00 torno in camera, ancora le scale. E iniziano le contrazioni vere e forti forti, mi parte la testa completamente. Ho una gran paura perché non sento male sui reni, ma solo in basso sulla cicatrice, passo un'ora chiusa in bagno per non disturbare le altre neo mamme, appoggiata al lavandino cerco di assecondare il dolore come posso ma dentro di me ho paura di aver fatto la scelta sbagliata, e visto che sento male solo alla cicatrice e all’inguine e alle gambe penso all’epidurale e poi alla rottura d'utero e poi anche al TC!

Sveglio mio marito e gli dico di avvisare le infermiere che io in camera non ce la faccio più e voglio scendere in sala parto, ho bisogno di assistenza!
h. 7.30 mi attaccano il monitoraggio e mi visitano: 4 cm. Il mio cuore si riempie di gioia e tutti i cattivi pensieri svaniscono! Mio marito ed io ci affidiamo completamente all'ostetrica A.M. senza la quale credo che non ci sarei riuscita, o comunque non così bene!
Mi spiega che il dolore che sento sotto è la testina del bambino che preme per uscire, CHE IL MIO BIMBO STA FACENDO UN OTTIMO LAVORO PER NASCERE VELOCEMENTE e soprattutto mi dice chiaramente che nessun utero si romperà! Ho solo un bimbo moooolto attivo nella sua nascita!
Sono talmente felice che alle 8.30 chiamo mia mamma per dirle che e tutto ok e parlo con il mio "grande" che sta andando alla scuola materna. Gli dico che sto facendo nascere il suo fratellino e che nel pomeriggio avrei avuto bisogno di lui e quindi lo aspettavo coi biscotti e un bel disegno di benvenuto!
Durante le contrazioni mi viene anche la nausea e rimetto 2 volte, bene dice l'ostetrica! L'ossitocina in movimento! Infatti alle 9.30 sono di 7 cm.
Che gioia!!! E che ridere, tra una contrazione e l'altra mi accasciavo addormentata su un puff gigante messo sul lettino, mentre mio marito mi faceva i massaggi sulla schiena, sembravo drogata e poi arrivava la contrazione e tac! Sveglia come un grillo.
Alle 11.00 sono a dilatazione completa, arriva così anche la voglia di spingere e di vedere il bambino!
Anche la dott.ssa V. responsabile del reparto sta ad assistere insieme all'ostetrica, incitandomi e invitandomi alla fine a cambiare posizione per sfruttare anche la forza di gravità!

In quel momento sono sdraiata nel letto (come nei film!) con un dolore pazzesco alle gambe, devo dire che le contrazioni le ho sentite solo all’inguine e alle gambe, niente pancia o reni.
Allora mi giro e mi metto in ginocchio sul lettino la cui testiera é stata alzata e mi appoggio con gli avambracci e le mani sono strette a quelle di mio marito che mi sta di fronte.
Tra una spinta e l'altra riusciamo anche a baciarci! 
L'ostetrica si prepara a prendere il bambino e abbassa le luci. Alle 12.05 nasce Luigi Camilo. Mi volto e lo guardo, tutto viola: é identico a suo fratello. Penso che oggi siano nati i miei 2 bambini, Luigi Camilo è nato naturalmente anche per suo fratello!

Lo prendo, mi siedo sul lettino e lo attacco al seno con il cordone che ancora pulsa, mio marito piange anche le mie lacrime! Sí, perché io non ne ho, sono in estasi! Sono felice! E mi sento la donna più forte e migliore del mondo!

Una volta uscita la placenta tagliamo il cordone ed entra il medico per i punti: mi sono lacerata perché il bimbo è uscito col pugno alzato, ho anche qualche ematoma interno, ma io non sento nessun male, sono solo felice! 
Prendiamo i vestitini e l'ostetrica lo lava insieme a mio marito, é il momento delle risate e delle foto.
Il mio piccolo è la mia rivincita! Ce l'ho fatta! Mi sono perdonata! Ora sono in pace! Mi sento la persona più forte e invincibile del mondo pur rendendomi conto che ho fatto solo quello che tutte le donne fanno da migliaia di anni.

Dopo qualche ora però inizia un'emorragia e mi portano in sala operatoria per drenare l'ematoma che mi ha fatto con il pugnetto. Ho preso molta paura, paura di morire senza rivedere mio figlio grande. Ma una volta dentro mi hanno tranquillizzata e in mezzora mi hanno sistemato tutto, uscendo ho detto loro: "mi aspettavate in sala operatoria per il cesareo. Ma ho partorito! Sono venuta adesso per non offendervi". Hanno riso tutti. Quando mi hanno dimessa la dott.ssa V. mi ha abbracciato forte e mi ha detto “Brava!”. Beh, dott.ssa ci vediamo al prossimo giro.

Ora porto in giro il mio bimbo come un trofeo! Prima del parto dicevo che si poteva fare un PN dopo un TC...Ora porto la prova!

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Tutte le informazioni contenute nel sito www.vbac.it non devono considerarsi come sostitutive del consulto medico.
Gli autori e gli amministratori del sito, pur impegnandosi ad aggiornare continuamente le informazioni contenute nel sito, non garantiscono né si assumono alcuna responsabilità circa la loro completezza e/o accuratezza; pertanto nessuna persona direttamente o indirettamente legata al sito (titolari, autori, copywriter, pubblicatori, moderatori e utenti del forum) potrà mai essere ritenuto responsabile, a nessun titolo, di eventuali danni e/o inconvenienti provocati dall'uso o dall'abuso delle informazioni in esso contenute. Il titolare del sito non controlla e non è responsabile delle informazioni contenute nei siti collegati e, pertanto, non potrà mai essere ritenuto responsabile di eventuali danni e/o inconvenienti provocati dall'uso o dall'abuso di tali informazioni.
Il titolare e gli amministratori del sito non controllano e non sono responsabili del contenuto delle informazioni e dei contributi inviati dagli utenti nelle sezioni aperte ed interattive (forum, area racconti), pertanto nessuno di loro potrà mai essere ritenuto responsabile di eventuali danni e/o inconvenienti derivanti dall'uso o abuso di tali informazioni e contributi.