Joomla 3.2 Template by Justhost Complaints

Liguria - Genova - Osp. Galliera - Il VBAC di S. L.

Ciao ragazze, finalmente vi poso raccontare il mio vbac!!!
Ho partorito il 15 dicembre all'ospedale Galliera di Genova una pupona di 4,1 kg a 41+4.

È stata una gravidanza tranquilla a livello fisico, ma molto dura psicologicamente perché la paura di finire di nuovo in sala operatoria era enorme; cercavo di farmene una ragione, mi dicevo che sarebbe potuta di nuovo finire in tc, ma nel mio cuore sapevo che sarebbe stato un fallimento smisurato e sarebbe anche stata la mazzata tale da cui non mi sarei più ripresa.
Già dalle prime eco mi dicevano che la bambina era grande e avevano ragione alla fine. Avevo paura che anche questa volta il travaglio non partisse naturalmente, già con la prima figlia ero stata indotta a 41+5.

Il 5 dicembre inizio i monitoraggi, essendo un soggetto a rischio aumentato per pregresso tc mi fanno andare ogni due giorni. Tracciati abbastanza piatti, io non avverto nessuna contrazione ma la visita è buona e mi da speranza. A 40+4 sono di 3 cm, collo morbidissimo e appianato: mi fanno lo scollamento e quella sera avverto delle belle contrazioncine, ma poi in due ore si blocca tutto. Vado avanti coi tracciati e con le visite, ogni volta mi chiedono quando voglio fissare tc, ma io non mollo e ottengo di arrivare almeno a 41+5 e poi che mi rompano le membrane, unica induzione concessa al Galliera.

Il 14 dicembre vado all'ultimo controllo, tracciato piatto, ma alla visita mi trovano il collo dilatato di 5 cm, centralizzato e appianato: secondo la dottoressa può partire il travaglio da un momento all'altro e quindi decide di ricoverarmi perché c'erano solo due letti liberi e essendo io pre tc non vuole rischiare che non ci sia posto e dovermi quindi mandare in un altro ospedale della città. Vado in camera e mi rilasso, tutto tranquillo, su consiglio dell'ostetrica mi faccio fare un clistere. 

Dopo mezzanotte mi svegliano per altro tracciato, ma nessuna contrazione: è una notte tranquilla e mi fermo a chiacchierare con l'ostetrica. All'improvviso si rompono le acque, faccio appena in tempo ad andare in camera, prendere le mie cosine e chiamare mio marito che mi partono i dolori a mille. Non riesco a respirare, a fatica torno in sala parto, mi visita e sono già a dilatazione completa. Lì ho perso il controllo per una mezz'ora, sarà stato il dolore improvviso o la paura di non farcela, ma ho iniziato a piangere e urlavo come una pazza che non ce l'avrei mai fatta. Per fortuna le ostetriche sono state fantastiche mi hanno riportata in me, mi sono affidata completamente a loro e ho iniziato a spingere in diverse posizioni, ho spinto due ore ma la bimba era grossa e forse io non mi riuscivo a lasciare andare completamente comunque poi con un piccolo aiuto di una ventosa Anna è nata. E con lei sono rinata anche io, ho fatto pace con me stessa e ho cacciato via dal cuore e dalla testa tutta l'angoscia e la sofferenza che il tc mi aveva lasciato, ho recuperato anche il rapporto con mio marito.

Credete in voi stesse, ce la potete fare, non è una strada semplice ma ne vale la pena, credetemi. Devo dire grazie a tutto lo staff del Galliera, in particolare alle ostetriche, a questo gruppo e alle persone che qui ho conosciuto e che con le loro esperienze mi hanno aiutata. A tutti quelli che mi hanno ostacolata, che mi hanno fatto del terrorismo psicologico e che mi dicevano che sarebbe stato meglio un altro BEL cesareo dico grazie lo stesso perché mi avete fatto tirare fuori la grinta e dato uno stimolo in più ad andare avanti.

Un grazie specialissimo alla mia ostetrica "privata" che so che mi sta leggendo...

Tutte le informazioni contenute nel sito www.vbac.it non devono considerarsi come sostitutive del consulto medico.
Gli autori e gli amministratori del sito, pur impegnandosi ad aggiornare continuamente le informazioni contenute nel sito, non garantiscono né si assumono alcuna responsabilità circa la loro completezza e/o accuratezza; pertanto nessuna persona direttamente o indirettamente legata al sito (titolari, autori, copywriter, pubblicatori, moderatori e utenti del forum) potrà mai essere ritenuto responsabile, a nessun titolo, di eventuali danni e/o inconvenienti provocati dall'uso o dall'abuso delle informazioni in esso contenute. Il titolare del sito non controlla e non è responsabile delle informazioni contenute nei siti collegati e, pertanto, non potrà mai essere ritenuto responsabile di eventuali danni e/o inconvenienti provocati dall'uso o dall'abuso di tali informazioni.
Il titolare e gli amministratori del sito non controllano e non sono responsabili del contenuto delle informazioni e dei contributi inviati dagli utenti nelle sezioni aperte ed interattive (forum, area racconti), pertanto nessuno di loro potrà mai essere ritenuto responsabile di eventuali danni e/o inconvenienti derivanti dall'uso o abuso di tali informazioni e contributi.