Joomla 3.2 Template by Justhost Complaints

Veneto - Vicenza - Osp. San Bortolo - Il VBA2C di A.M.

Sono pronta a raccontarvi il mio VBA2C (parto naturale dopo 2 cesarei) e la nascita di Andrea Rosa.

Tutto è iniziato la domenica prima, alle nove mi sveglio con contrazioni ogni sette, massimo dieci minuti ma assolutamente senza dolore. Ero molto emozionata, stava cominciando il mio meraviglioso ballo assieme alla mia bambina! Nel pomeriggio il mio compagno capisce dal mio sguardo che qualcosa si sta muovendo e inizia ad avere paura! Mi prega quasi di andare all'ospedale ed io per tranquillizzarlo lo assecondo. Mi sento molto determinata e molto tranquilla e parto per l'ospedale senza paura o agitazione, so che mi troverò davanti gente ostile e contrariata, ma so quello che voglio e quello di cui il mio corpo ha bisogno! 

Arriviamo e decidono che mi avrebbero ricoverata e l'indomani mi avrebbe visto il primario, ero pronta anche a questo e ho finto di essere domabile, qualche amico in più in quella gabbia di leoni mi avrebbe fatto comodo. Se il primario non avesse firmato per farmi uscire mi sarei assunta tutte le mie responsabilità! Che senso aveva stare lì se le vere contrazioni non erano ancora arrivate? Fortunatamente l'ha capito anche il primario e ha firmato per le mie dimissioni. Prima di uscire incontro la ginecologa di turno che mi dice che sono una pazza e che se ho avuto due cesarei voleva dire che non ero capace di partorire! 

Pensavo di essere già ferma sulle mie decisioni ma lei con queste parole mi da una carica che non credevo neanch'io di avere!!! Per assurdo devo ringraziare anche lei. 

Torno a casa e per tutta la settimana continuo a bere l’infuso di foglie di lampone e continuano anche queste contrazioni, fastidiose ma indolori, e perdo il tappo. Arriva nuovamente la domenica e mi sveglio con un peso sulla pancia, le contrazioni sono molto più frequenti ogni cinque, sei minuti, non sento male, ma devo solo svuotare stomaco e vescica più e più volte. Come in un film comico, il mio compagno mi sprona a tornare all'ospedale e gli viene in mente il mio tentato VBAC di quattro anni prima. Mangiamo con le bambine e verso l'una inizio ad avere dei doloretti sopportabili, alle quattro e mezza acconsento ad andare al pronto soccorso convinta che mi avrebbero rimandata a casa. 

Arriviamo in pronto soccorso e dal tracciato notano che la bambina si muove poco così mi ricoverano. Per fortuna questa volta il mio compagno può rimanere a farmi compagnia, arriva presto sera e comincio ad arrabbiarmi dicendogli che avremmo potuto fare un sacco di cose divertenti con le nostre bambine invece di stare rinchiusi in ospedale! È ora che lui torni a casa ma non mollo e gli dico che ci saremmo sentiti la mattina dopo! Rimasta da sola con la mia compagna di stanza la sento piangere, mi dice che devo fare il cesareo, che il parto è orribile e i dolori sono atroci.

Decido di uscire, non è il caso di starla a sentire in questo momento. Passo la serata a parlare con tre ragazze e a bere tè quando una mi dice di andare a fare un altro tracciato perché mi muovo troppo secondo lei. In effetti non riesco più a stare ferma, le contrazioni si fanno sentire bene ora. L'ostetrica del reparto mi dice di scendere a fare il tracciato ma dopo mezzora la sua collega mi rimanda in stanza dicendomi che ho le contrazioni perché la bambina si muove tanto e mi contrae l'utero.

Torno in reparto e chiedo all'ostetrica gentile di prima di visitarmi: con sua grande sorpresa sono a 4 cm di dilatazione e mi porta subito in sala parto. Arrivo già carica e pronta a litigare con l'ostetrica di prima, quando mi viene incontro un ostetrico, un angelo, che mi seguirà e mi supporterà fino alla fine. Mi accende subito lo stereo e la prima canzone è proprio la mia preferita…quando si parla di destino…ero sicura che tutto sarebbe andato bene! 

Dopo meno di mezzora mi visita ed ero già a otto cm. Mi dice di chiamare subito il mio compagno altrimenti non arriverà in tempo....non ci credo di aver fatto così in fretta. Sento che la bambina sta spingendo con me ma la testina è ancora molto alta. Dopo venti minuti di spinte a vuoto perché non riuscivo ancora a sentirle, l'ostetrico mi suggerisce di rompere il sacco per velocizzare l’uscita della mia bambina. Acconsento anche se a malincuore, però avevo una voglia matta di vederla! 

Le contrazioni si sono fatte ancora più intense e lunghe ed io ho spinto con tutte le mie forze. Ad un certo punto l'ostetrico mi disse che doveva tagliarmi un po' perché il cordone era sceso e temeva che si incastrasse sotto la testina causando un prolasso. Con un'ultima spinta la mia bambina è venuta al mondo. Me l'ha subito appoggiata sulla pancia…era così calda e bellissima!

Il mio compagno ha cominciato a baciarmi e poi a saltare per tutta la sala parto! Andrea Rosa è nata alle 3.09 del 10 marzo e anche se non è stato un parto completamente naturale sento che le mie decisioni sono state rispettate e anche il mio corpo e la mia mente. Sono contenta!

Grazie mille a tutte! A volte ancora non ci credo e mentre faccio la doccia cerco la cicatrice del terzo cesareo....poi realizzo che il mio VBA2C non è un sogno! Sono stata anche molto fortunata, in un ospedale ostile ho trovato una bella persona che forse ha voluto velocizzare un po' le cose ma mi ha anche aiutata.

 

Tutte le informazioni contenute nel sito www.vbac.it non devono considerarsi come sostitutive del consulto medico.
Gli autori e gli amministratori del sito, pur impegnandosi ad aggiornare continuamente le informazioni contenute nel sito, non garantiscono né si assumono alcuna responsabilità circa la loro completezza e/o accuratezza; pertanto nessuna persona direttamente o indirettamente legata al sito (titolari, autori, copywriter, pubblicatori, moderatori e utenti del forum) potrà mai essere ritenuto responsabile, a nessun titolo, di eventuali danni e/o inconvenienti provocati dall'uso o dall'abuso delle informazioni in esso contenute. Il titolare del sito non controlla e non è responsabile delle informazioni contenute nei siti collegati e, pertanto, non potrà mai essere ritenuto responsabile di eventuali danni e/o inconvenienti provocati dall'uso o dall'abuso di tali informazioni.
Il titolare e gli amministratori del sito non controllano e non sono responsabili del contenuto delle informazioni e dei contributi inviati dagli utenti nelle sezioni aperte ed interattive (forum, area racconti), pertanto nessuno di loro potrà mai essere ritenuto responsabile di eventuali danni e/o inconvenienti derivanti dall'uso o abuso di tali informazioni e contributi.